Uccise sorella per soldi, ergastolo

E' stato condannato all'ergastolo, con rito abbreviato, Massimiliano Tomasoni, l'uomo di 47 anni che lo scorso 9 novembre ferì a morte la sorella, Maria Rita, con una ventina di coltellate causandone la morte, avvenuto donna il giorno dopo in ospedale. Alla base del delitto, l'ennesima richiesta di soldi. Tomasoni, residente a Cassolnovo (Pavia), con problemi di droga, ricorreva spesso alla sorella (che abitava a Novara con il marito) per qualche 'prestito', che regolarmente non restituiva. Ma qualche volta riceveva dei rifiuti. Così la mattina del 9 novembre l'uomo era andato dalla sorella armato di coltello. La sorella, a quanto si è poi scoperto nelle indagini, gli aveva consegnato 3 mila euro, ma lui ne voleva altri e così la colpì ripetutamente, prima di fuggire. Si era portato da Cassolnovo anche gli abiti e le scarpe di ricambio, ma tutta la scena in cui dal bagaglio estraeva gli indumenti puliti e si rivestiva venne ripresa nitidamente da una telecamera. Tomasoni confessò il 23 novembre.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Occhieppo Inferiore

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...